Yamandu Costa (Passo Fundo, 24 gennaio 1980) è un chitarrista e compositore brasiliano Il suo strumento principe è la chitarra a sette corde, strumento particolare usato, in Brasile, principalmente nel choro e nel samba.
Yamandu iniziò lo studio della chitarra a sette anni con la guida del padre, Algacir Costa leader del gruppo Os Fronteiriços, continuando successivamente gli studi con Lúcio Yanel, un virtuoso Argentino trapiantato in Brasile.
Fino a quindici anni le uniche scuole musicali con le quali entrò in contatto e frequentò furono: quella popolare del Brasile del Sud, l’Argentina e l’Uruguaiana. Dopo aver ascoltato i lavori di Radamés Gnattali, intraprese lo studio dei grandi musicisti brasiliani come Baden Powell de Aquino, Tom Jobim e Raphael Rabello.
A 17 anni si esibì per la prima volta a San Paolo al Circuito culturale della Banca del Brasile. Yamandu iniziò sin da allora a essere indicato come predestinato a far rivivere i fasti della chitarra in Brasile.
Yamandu si cimenta in diversi stili: chorinho, bossa nova, milonga, tango, samba e chamamé. A ragione di questa sua grande versatilità è impossibile identificarlo con un solo genere musicale.
Nel 2005 ha partecipato al film-documentario Brasileirinho di Mika Kaurismäki.

Fonte: wikipedia.org